Cosa fare in spiaggia

Gli stabilimenti balneari offrono una spiaggia ordinata e attrezzata con lettini, ombrelloni e tende. 

 

Negli anni si sono arricchiti di giochi per bambini e aree dedicate agli sport dal beach tennis al beach soccer, le bocce, il beach volley e vere e proprie palestre a cielo aperto. 

Tanti i punti di animazione e fitness per fare attività in riva al mare e tenersi in forma anche in vacanza! 

Informazioni sulle attrezzature degli stabilimenti balneari le trovate alla pagina dedicata

 

Relax, divertimento e benessere in riva al mare

La Spiaggia del benessere (zona 49 - 50) è l'unica di Riccione con piscina idromassaggi e percorsi vascolari con acqua termale di Riccione Terme.
 

Beach Tennis e Beach Volley

I campi di  Beach Tennis sono molto numerosi poichè si tratta di uno sport molto amato e praticato.

In particolare al Riccione Beach Arena (Viale Torino, zone 39/40 - tel. 334 7288435) che ospita anche tornei e campionati nazionali ed internazionali.

Campi Beach Volley e Beach Tennis si trovano anche presso il  Tennis Club Riccione (Via Forlimpopoli 3 - Tel. 0541 643684)

 

Nordic Walking e Beach Nordic Walking

Il Nordic Walking è una disciplina sportiva che viene praticata anche in spiaggia, in ogni periodo dell'anno. 
Nordic Walking Valle del Conca, Scuola Italiana Nordic Walking - Riviera di Rimini e Valle del Conca

 

Immersioni

Chi è appassionato di immersioni può rivolgersi a: 

Polisportiva Comunale Riccione - sezione Sub, Via Forlimpopoli 15/4 - Tel. 0541 643559

Sub Riccione Gian Neri ASD - Referente Luca Ravaioli tel. 333 4200415

 

Progetto Blennius

La Cooperativa Bagnini di Riccione ha promosso e finanziato una campagna di monitoraggio della barriera soffolta al fine di osservare l’integrità dei sacchi e lo stato di compattezza della struttura stessa. Nel 2011 l’attività di perlustrazione, effettuata dai subacquei della Sub Polisportiva Comunale Riccione, ha rilevato la presenza di un’incredibile biodiversità marina instauratasi, nel tempo, sulla superficie della barriera e negli interstizi presenti fra i sacchi. Una ricchezza di vita che non sorprende chi conosce veramente il mare Adriatico, un mare che nasconde per natura i suoi tesori e che li rivela solo a pazienti ed attenti esploratori… La colonizzazione dell’intera struttura da parte di una grande varietà di forme di vita ha costituito una vera e propria oasi marina, la cui conservazione e protezione favorisce  il benessere del mare.

Per far conoscere, valorizzare, ma soprattutto proteggere questa “oasi” sommersa, è stato ideato il progetto “Riccione: il mare nascosto – alla scoperta dell’oasi sommersa”, che riunisce nel marchio “Blennius” tre realtà (Cooperativa Bagnini di RiccioneSub Riccione Polisportiva Comunale e Fondazione Cetacea) diverse, ma accomunate dalla volontà di preservare il mare ed i suoi meravigliosi tesori attraverso la conoscenza, la diffusione delle informazioni e la sensibilizzazione alla fragilità di questi ecosistemi.

Guarda il video ​

 

Circoli nautici, scuole di vela e di windsurf, stand up paddling e kitesurf

Vele colorate di catamarani, windsurf e derive caratterizzano lo skyline del mare. A Riccione si possono praticare tutti questi sport ed esistono corsi e istruttori esperti per introdurvi alla disciplina preferita.

 

Informazioni e corsi:

Centro Velico Città di Riccione, sport nautici e vela, zona spiaggia 24 - Tel. 380 255 5513 - E mail

Club Nautico Riccione, base nautica e scuola vela FIV - Federazione Italiana Vela (corsi di base, perfezionamento e preagonistica per principianti e non), Viale D'Annunzio 4/a - Tel 0541 647910 - E mail

Riccione 151 H20 Sports, kitesurf, windsurf, vela, SUP, Via Manfroni - Tel. 0541 648734 

Vela Club Marano, kitesurf, windsurf, vela , SUP, Viale D'Annunzio 146 -Tel. 3384718697 / 3388062991 

La Spiaggia delle Donne Zona 97, SUP, Lungomare Costituzione, Tel. 0541642502

Moto e sci d’acqua, gommoni

Moto d’acqua, sci d'acqua e parafly o, per divertirsi in compagnia, il bananaboat. Tutto questo si può praticare qui:

Beach Village, zona spiaggia 134 viale d'Annunzio 150 - Tel. 0541 648801

Cutty Sark, zona spiaggia 48/ 49 - Tel. 339 395 7099 (noleggio anche di gommoni, canoe, barche a vela, windsurf)

 

Il corso di Piadina Romagnola

Le bagnine della Spiaggia delle Donne insegnano a fare la piadina romagnola riccionese in riva al mare. Ogni partecipante al corso (per un max di 10 persone alla volta) userà tagliere, mattarello, il  testo romagnolo e gli ingredienti messi a disposizione dalle bagnine. Al termine del corso (60 minuti circa), riceverà le sue 6 piadine cotte, la ricetta originale, l'attestato di partecipazione e le immancabili foto ricordo. Tutte le informazioni alla pagina dedicata

 

Il decalogo del bagnante: i suggerimenti per vivere il mare e la spiaggia in tranquillità 

1. Evita di fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche.
2. Non forzare il tuo fisico anche se sei un buon nuotatore.
3. Dopo una lunga esposizione al sole, entra in acqua gradualmente, bagnando prima la nuca, l’addome e il petto. Evita assolutamente di fare il bagno se hai preso un colpo di sole.
4. Lascia trascorrere almeno tre ore dall’ultimo pasto prima di fare il bagno.
5. Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa (che indica una condizione di pericolo per i bagnanti).
6. Non fare il bagno se il mare è mosso, se spirano forti venti, se vi sono forti correnti, se l’acqua è molto fredda o se ha una temperatura molto inferiore a quella dell’ambiente.
7. Se non sai nuotare, bagnati esclusivamente in acque molto basse e sotto il controllo diretto di qualcuno che sappia nuotare molto bene.
8. Per qualsiasi informazione rivolgiti al bagnino di salvataggio in servizio presso la postazione.
9. Osserva quanto previsto nelle ordinanze per la disciplina delle attività balneari, in particolare:
non recare disturbo alla quiete dei bagnanti (schiamazzi, giochi, radio a volume elevato); non portare animali al di fuori delle spiagge attrezzate; non montare tende, accendere fuochi, campeggiare sulla spiaggia. 

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2016 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2 (Italia)
Creazione sito web ericsoft