24 luglio 2024

Cultura, Turismo, Enogastronomia

Piazzale Ceccarini

Riccione Dama Balera. Tu sei la stella, tu sei l’amore

Il 24 luglio piazzale Ceccarini si trasforma in un dancing a cielo aperto con l’Orchestra di Roberta Cappelletti e i Vulva de Leyva

Il valzer senza tempo di Secondo Casadei, lo “Strauss della Romagna”, che tocca le corde del cuore di ogni romagnolo, ha varcato ogni confine, divenendo un vero e proprio inno. Riccione celebra i 70 anni di “Romagna mia” con il sogno in musica di una notte di mezza estate: Riccione Dama Balera. Tu sei la stella, tu sei l’amore, una spumeggiante serata dedicata al liscio e alle tipicità della Romagna in scena mercoledì 24 luglio 2024, dal tramonto a mezzanotte, nel centralissimo piazzale Ceccarini. L’evento è un format originale che nasce con l’intento di valorizzare il liscio, la musica che tocca le corde del cuore dei romagnoli e non solo, una delle più importanti espressioni culturali e tradizioni popolari, un progetto rivolto alla comunità e ai turisti promosso dal Comune di Riccione in collaborazione con Geat e Costa Hotels Riccione. Sarà una grande festa di tipicità e folklore, un party popolare a cui prenderanno parte anche Riccarda Casadei, figlia di Secondo, e Roberta Cappelletti, acclamatissima regina del liscio, protagonista in piazza insieme a Vulva de Leyva, formazione di giovani musicisti capitanata dal riccionese Lennard Rubra aka Leonardo Rossi (Circa Diana Produzioni) che ha dedicato alla musica tradizionale romagnola e al suo immaginario una ricerca artistica definita dallo stesso autore un esperimento di meta-liscio. La festa-evento prende il titolo proprio da un brano inedito dei Vulva de Leyva, “Dama Balera”, storia di un amore paranormale tra due anime romanticamente e irrimediabilmente intrappolate nel mitico hotel Savioli, due amanti che continuano ad aspettarsi per un’ultima estate insieme. Oltre al fondatore Lennard Rubra, la band, che si esibirà in un opening set di apertura all’Orchestra di Roberta Cappelletti, è composta da Tristram aka Vittorio Batarra ai cordofoni, Filippo Righetti alle batterie, Nicolò D’Ercoli ai synth e sound design, Francesco Gualtieri alla fisarmonica e Marco Bertuccioli alla chitarra.

 

La poetica della piadina: azdore in scena

La festa di Riccione Dama Balera avrà inizio alle 20:30 con il rito della piadina, l’oro della Romagna, la regina dello street food italiano, amata da tutti, una ricetta povera dalle origini antichissime, un cibo semplice che, da secoli, riunisce la Romagna a tavola. Grazie alla preziosa collaborazione di Costa Hotels Riccione, club di prodotto tra i più rappresentativi di Riccione che compie 25 anni di attività, le originali “azdore” romagnole di Food in Tour metteranno in scena una dimostrazione pratica della preparazione della piadina, una vera e propria esibizione poetica che coinvolgerà ospiti e turisti. Riccione Dama Balera celebra compleanni e ricorrenze, val dunque la pena ricordare che esattamente 10 anni fa, nel 2014, la piadina romagnola entra a far parte dei prodotti Igp dell’Unione europea, un riconoscimento dell’importanza culturale e gastronomica di questa ricetta ma, anche, un impegno costante che il Consorzio di promozione e tutela della piadina romagnola porta meritoriamente avanti. Consorzio Igp che, insieme ad altre realtà rappresentanti delle tipicità del territorio, sarà presente a Riccione Dama Balera offrendo spicchi di piadina a tutti coloro che assisteranno alla dimostrazione delle “azdore”.

 

La musica popolare romagnola di Roberta Cappelletti

Inizierà alle 22:00, dopo l’opening dei Vulva de Leyva, l’attesissimo concerto di Roberta Cappelletti, iconica star del liscio, il genere musicale colonna sonora della Romagna che ambisce a diventare un Patrimonio immateriale tutelato dall’Unesco. Simpatia, grinta, entusiasmo, un infinito amore per la musica e le eccezionali doti canore fanno di Roberta Cappelletti un’artista straordinaria, amatissima dal pubblico ampio di tutte le generazioni. Riccione Dama Balera festeggia anche i 30 anni di un incontro decisivo, quello di Roberta Cappelletti con le edizioni musicali Casadei Sonora di Riccarda Casadei e il conseguente debutto con una sua orchestra. Questo incontro avvenuto nel 1994 decreterà da subito un grandissimo successo nelle balere e nelle piazze di tutta Italia. Roberta Cappelletti è stata di recente ospite speciale su Rai 1 del programma “È sempre Mezzogiorno” condotto da Antonella Clerici proprio per celebrare i 70 anni di Romagna mia, portando tutta la sua storia, la sua esperienza e la sua interpretazione vocale che l’ha fatta arrivare tra i finalisti di The Voice Senior. A Riccione Roberta Cappelletti trasformerà la festa in una serata danzante trasformando il piazzale Ceccarini in una balera a cielo aperto grazie alla sua straordinaria Orchestra formata da Remo Casadei, direttore artistico e fondatore, insieme a Roberta, del progetto orchestrale, Antonio Cucchi al clarino e sax, Elio Tozzi alla chitarra, Gianni Valmori alla fisarmonica e alle tastiere, Marcello Ziveri al sax, Mauro Guidi alla batteria e Nicolas Biondini al basso.

 

Il triplo omaggio a “Romagna mia” nell’estate di Riccione

Saranno tre i grandi eventi che Riccione dedicherà ai 70 anni di “Romagna mia” durante l’estate 2024, a partire dalla dedica di Mirko Casadei nella tappa evento unico riccionese del Balamondo World Music Festival (piazzale Ceccarini, 13 luglio 2024, ospiti Avincola e Sibode Dj). Dopo l’omaggio di Riccione Dama Balera (24 luglio 2024), sarà la volta del Riccione Summer Jazz che presenta “Casadei Secondo me” (piazzale Ceccarini, 3 agosto 2024), progetto musicale del fisarmonicista Simone Zanchini in quartetto con Fabio Petretti ai sassofoni, Stefano Senni al contrabbasso e Zeno De Rossi alla batteria. 

Riccione Dama Balera è un progetto promosso e curato dall'assessorato al Turismo del Comune di Riccione in collaborazione con Geat e Costa Hotels Riccione. 

 

L’evento è a ingresso libero. In apertura: la poetica della piadina con le azdore romagnole.

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Seguici sui nostri canali


Iscriviti alla newsletter
(
La newsletter comunica gli eventi e le iniziative del Comune di Riccione e viene spedita nel rispetto dell'art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla tutela dei dati personali. L'indirizzo  dichiarato sarà trattato esclusivamente per questo scopo e non sarà ceduto né segnalato ad altri soggetti.)

Avvisi pubblici

Contattaci

Copyright © 2024 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft