19 settembre 2020 - 18 ottobre 2020

19-20 Settembre dalle 10 alle 24, dal 26 Settembre dalle 15:00 alle 20:00

Ingresso libero

Cultura

Villa Mussolini, viale Milano 31

Ninni Romeo - Liebe Pina

In Villa Mussolini una mostra fotografica interamente dedicata a Pina Bausch

Tra il 18 e il 20 Settembre il Riccione TTV Festival, manifestazione biennale dedicata agli intrecci tra arti sceniche e media, omaggia Pina Bausch con spettacoli, performance, incontri e workshop che coinvolgono, tra i tanti ospiti, anche le danzatrici Julie Shanahan e Marigia Maggipinto, a lungo al fianco della coreografa tedesca al Tanztheater Wuppertal.

 

Una delle iniziative più attese del festival, giunto quest’anno alla 25a edizione, è la mostra fotografica di Ninni Romeo Liebe Pina, interamente dedicata a Pina Bausch.
Visitabile fino al 18 Ottobre a Villa Mussolini, la mostra sarà inaugurata Sabato 19 settembre, alle 21:00, da un incontro con Ninni Romeo, la curatrice di Liebe Pina Frédérique Deschamps (giornalista e photo editor già a «Libération» e «Le Monde») e l’autrice dei testi Leonetta Bentivoglio (scrittrice e giornalista del quotidiano «la Repubblica», una delle massime esperte italiane di teatrodanza). 

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria su Eventbrite.it.

 

LA MOSTRA

 

La fotografa siciliana Ninni Romeo conosce Pina Bausch nell’estate del 1988. Da una vacanza trascorsa insieme sul monte Conero, nelle Marche, nasce una sincera e solida amicizia, durata fino alla scomparsa della coreografa tedesca. Pochi mesi dopo il loro primo incontro, Pina Bausch coinvolge Ninni Romeo nella lunga residenza in Sicilia per la creazione dello spettacolo Palermo Palermo (1989). La fotografa diviene così la sua assistente personale, ruolo ricoperto anche nelle successive tournée italiane del Tanztheater Wuppertal e in occasione della residenza romana che porta al montaggio dello spettacolo O Dido (1999).
Nel 2007 Ninni Romeo segue la compagnia in India, fotografando il tour di Bamboo Blues, e nel 2009, pochi mesi dopo la morte di Pina Bausch, si reca a Santiago del Cile per il debutto dello spettacolo …como el musguito en la piedra, ay sì, sì, sì…
Per rimanere vicina al mondo di Pina e placare il sentimento della perdita, Ninni riprende a fotografare in diversi teatri d’Europa alcuni tra i più significativi Stücke bauschiani.

 

In mostra più di cinquanta fotografie, in parte inedite, con alcuni ritratti di Pina Bausch e immagini degli spettacoli: 

– Le Sacre du printemps (1975)

– Café Müller (1978)

– Kontakthof, nelle sue tre versioni (1978, 2000, 2008)

– Palermo Palermo (1989)

– Vollmond (2006)

– Bamboo Blues (2007)

– …como el musguito en la piedra, ay sì, sì, sì… (2009) 

 

Al  primo piano della mostra spicca, a grandi lettere, l’appello all’amore di Pina Bausch: il suo Gefühl.

Il secondo piano è dedicato interamente alle tre versioni del celebre spettacolo Kontakthof (“Il luogo dei contatti”): la prima creata nel 1978 per la compagnia del Tanztheater Wuppertal; la seconda, del 2000, montata per un gruppo di ultrasessantenni non professionisti di Wuppertal; l’ultima, del 2008, interpretata da un ensemble di teenager scelti nella medesima città tedesca.

Al pianoterra, oltre a un’immagine proiettata in dimensioni ampie e a un ritratto di Pina Bausch scattato nel 1989 durante una sua visita al quartiere Z.E.N di Palermo, la mostra presenta una raccolta di fotografie-ricordo, in piccolo formato e a volte sciupate dal tempo, con flash di back stage. Compaiono inoltre momenti conviviali trascorsi durante le tournée e qualche foto di contesto che riproduce luoghi-simbolo come la Schwebebahn, la ferrovia sospesa di Wuppertal. Il montaggio di queste immagini vuole richiamare un album di famiglia, un ricordo affettuoso della grande family del Tanztheater Wuppertal fondato e diretto da Pina Bausch.


 

LIEBE PINA
 

fotografie di Ninni Romeo

concept e scenografia di Frédérique Deschamps

testi di Leonetta Bentivoglio

grafica di Laura D’Amico

allestimento di Frédérique Deschamps, Laura D’Amico, Inserire Floppino

 

orari

19 e 20 Settembre, 10:00-24:00

dal 26 Settembre al 18 Ottobre, Sabato e Domenica, 15:00-20:00

ingresso libero


 

Il Riccione TTV Festival è un progetto a cura di Riccione Teatro, promosso da Comune di Riccione e ATER Fondazione, con il sostegno di Mibact e Regione Emilia-Romagna.

 

Per informazioni: Riccione Teatro 

ttv@riccioneteatro.itwww.riccioneteatro.it

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Contattaci

iat@comune.riccione.rn.it

0541 426050

 

Wifi a Riccione

 

Iscrizione gratuita alla newsletter eventi (La newsletter contiene gli eventi turistici del Comune di Riccione e viene spedita nel rispetto dell'art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla tutela dei dati personali. L'indirizzo  dichiarato sarà trattato esclusivamente per l'invio della newsletter, come richiesto dall'utente, quindi non sarà ceduto o segnalato ad altri soggetti).

Cookie policy e privacy policy

Copyright © 2020 Comune di Riccione
Sito web creato con ericsoft