10 gennaio 2019

Ore 21.00

Ingresso: 10 euro. Diritto di prelazione per gli abbonati (con prenotazione, almeno una settimana prima dell’evento).

Cultura

Spazio Tondelli viale Don Giovanni Minzoni n. 1

La bella stagione 2018/2019 presenta  Lorenzo Kruger in Gianni Rodari. Favole interrotte al telefono

Giovedì 10 gennaio, un superclassico della letteratura per l'infanzia, dalla voce di Lorenzo Kruger e Giacomo Garaffoni, allo Spazio Tondelli.

Lorenzo Kruger è l’autore e il cantante di tutte le canzoni dei Nobraino, band con cui ha all’attivo sei dischi, più di mille concerti e presenze su tutti i più importanti palchi italiani. Alle sue performance come frontman, notoriamente provocatorie e fuori dagli schemi, affianca spettacoli da solista in cui unisce in modo eclettico musica e teatro, pianoforte e voce, monologhi e letture. Allo Spazio Tondelli si presenta proprio in veste di lettore, affiancato da un ospite d’eccezione: Giacomo Garaffoni, attore e performer già attivo con Teatro Valdoca e Socìetas Raffaello Sanzio, protagonista negli ultimi anni di estemporanee incursioni nel mondo delle arti visive. Con l’irriverenza che li contraddistingue, Kruger e Garaffoni danno voce a un superclassico della letteratura per l’infanzia, Favole al telefono di Gianni Rodari, centrifugando i testi in un susseguirsi vorticoso di palazzi di gelato, nuvole parlanti e strade di cioccolato: un viaggio a mille all’ora dentro una fantasia d’annata, tra funamboliche invenzioni verbali e personaggi memorabili come Giovannino Perdigiorno, Martino Testadura o Alice Cascherina.

(Gianni Rodari. Favole interrotte al telefono, pagina web La bella stagione 18/19)

 

We Reading
GIANNI RODARI. FAVOLE INTERROTTE AL TELEFONO
letture di Lorenzo Kruger, Giacomo Garaffoni

 

Ingresso: 10 euro. Diritto di prelazione per gli abbonati (con prenotazione, almeno una settimana prima dell’evento).

 

Informazioni: Spazio Tondelli cell. 320 0168171 (lunedì-venerdì, ore 10-13).

 

Sito web La bella stagione

 

Pagina Facebook Spazio Tondelli

 

A cura: Riccione Teatro, promosso da Comune di Riccione e ATER - Associazione Teatrale Emilia Romagna

 

Scarica il comunicato stampa

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Seguici sui nostri canali


Iscriviti alla newsletter
(
La newsletter comunica gli eventi e le iniziative del Comune di Riccione e viene spedita nel rispetto dell'art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla tutela dei dati personali. L'indirizzo  dichiarato sarà trattato esclusivamente per questo scopo e non sarà ceduto né segnalato ad altri soggetti.)

Contattaci

Copyright © 2022 Comune di Riccione
Sito web creato con ericsoft