09 luglio 2020 - 09 agosto 2020

Dalle 20 alle 23

Entrata libera

Cultura

Villa Mussolini, viale Milano 31

L’estate dell’arte in Villa Mussolini

Pittura e scultura en plen air, allestimenti e laboratori

Il Centro Arti Figurative, l’Associazione SCultura e i pittori della rassegna I Giovedì dell’arte sono i protagonisti dell’evento L’estate dell’arte in Villa Mussolini.

 

Dal 9 luglio al 9 agosto, nelle serate dal giovedì al sabato, sarà possibile visitare all’interno della villa dipinti e sculture. Nel parco, si potranno osservare gli artisti al lavoro, seguendo passo dopo passo la creazione dell’opera. Tutte le sere, dal giovedì al sabato, gli artisti dell’Associazione SCultura eseguiranno dal vivo le loro opere. Ogni giovedì i pittori del gruppo I Giovedì dell’Arte, seduti ai loro cavalletti, ricopriranno le loro tele con abili pennellate. Ogni venerdì, a cura del Centro Arti Figurative, si svolgeranno laboratori artistici per adulti, mentre ogni sabato i laboratori saranno destinati ai bambini e ai ragazzi che vorranno avvicinarsi concretamente alla bellezza dell’arte. In alcune serate sarà presente anche il noto ceramista Giorgio Giulianelli che darà vita a speciali performance artistiche durante le quali si potrà osservare e sperimentare la creazione della nobile e antica arte della ceramica. In particolare, l’artista mostrerà tutti i segreti dell’arte del raku, particolare tecnica di cottura della ceramica giapponese, nata su suggestioni Zen.

 

L’Associazione artistica Scultura Riccione, presieduta dal maestro Anselmo Giardini, in occasione del centenario della nascita di Federico Fellini, realizzerà l’esposizione di scultura e pittura La porta dei sogni. Omaggio a Federico Fellini, ispirata al fascino e alle atmosfere da sogno trasmesse sia dalle opere cinematografiche che dalla creatività dei disegni del grande regista. Fra le varie creazioni presentate da ciascun artista, risalta una straordinaria installazione collettiva dal titolo evocativo La Porta dei Sogni: opera in legno rivestita da coloratissime formelle in terracotta realizzate in bassorilievo, ispirate ai diversi personaggi tratti dal Libro dei sogni di Fellini. Il percorso è impreziosito da dipinti della pittrice Maddalena Fano Medas, artista eclettica, sperimentatrice e sempre alla ricerca di nuove ispirazioni e di soluzioni tecniche innovative e originali. La figura femminile ha sempre colpito il suo immaginario: ha dato vita a varie tipologie di donne, colte negli atteggiamenti più consueti e nei luoghi più disparati: dalla donna della porta accanto alla sconosciuta che vive in luoghi lontani, in civiltà diverse, di cui colpisce soprattutto l’occhio misterioso. Il ciclo di dipinti Sguardi velati d’Oriente rimanda a questo particolare aspetto della sua poetica: una figura di donna considerata in un contesto esotico, in cui lo sguardo suggerisce personalità arcane e misteriose, che riconducono alla complessità di una certa condizione femminile.

 

Il Centro di Arti Figurative di Riccione, che da molti anni promuove corsi di pittura per adulti e bambini, espone in Villa Mussolini opere realizzate dagli allievi durante l’anno. Alla sezione Viaggio nel colore appartengono le opere degli adulti, che hanno già raggiunto un buon livello di maturità nell’utilizzo di varie tecniche artistiche, spaziando fra i diversi linguaggi espressivi dal figurativo all’astratto.

 

Ai ragazzi è riservata la sezione Le giovani promesse, che offre gradevoli sorprese, per la freschezza e l’abilità soprattutto nell’uso del colore e l’originalità di certi soggetti colti con immediatezza e purezza. Presidente del Centro di Arti Figurative è il pittore Gianvito Vaccaro, anch’egli presente in mostra con alcune opere, cui si affiancano anche dipinti di una delle docenti, Cristiana Guidi. Una sala è dedicata all’artista Maurizio Rinaldi che con Luce propone, in dipinti e acquerelli, i suoi soggetti favoriti: figure femminili che rappresentano le varie sfaccettature della donna, barche che testimoniano una profonda passione per il mare e per la luce cangiante che il sole cattura dalle vele e dagli scafi che solcano le onde, in incessante movimento. Il pittore è profondamente colpito dal soggetto delle mani umane, che sono colte in maniera estremamente realistica. Le mani sono lo strumento essenziale dell’uomo, che, guidate dalla volontà, sono state in grado di creare, ma non solo: sanno contorcersi nell’angoscia e abbandonarsi nella stanchezza. Un’attenzione estrema ai volumi e alla la luce che avvolge le forme. Singolare è l’uso frequente del bianco e nero.

 

Nella suggestione della notte estiva punteggiata di luci, con riverbero del blu incantato che avvolge la villa per tutta l’estate, i visitatori potranno osservare gli artisti al lavoro nel pieno della creazione delle loro opere, potranno dialogare con loro e farsi raccontare tutti i segreti delle diverse tecniche. Pittura, scultura, arte della ceramica, laboratori artistici per adulti e bambini: tutto questo nella cornice incantata della Villa.

 

Informazioni: Ufficio Cultura tel.  0541 426035; IAT tel. 0541 426050

 

A cura: Centro Arti Figurative, l’Associazione SCultura, I Giovedì dell'arte

 

Scarica la locandina

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Seguici sui nostri canali


Iscriviti alla newsletter
(
La newsletter comunica gli eventi e le iniziative del Comune di Riccione e viene spedita nel rispetto dell'art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla tutela dei dati personali. L'indirizzo  dichiarato sarà trattato esclusivamente per questo scopo e non sarà ceduto né segnalato ad altri soggetti.)

Contattaci

Copyright © 2022 Comune di Riccione
Sito web creato con ericsoft