Villa Mussolini

L'edificio fu acquistato da Donna Rachele Mussolini nel 1934. In origine era composto da due piani e un torrino laterale a sud.

Ristrutturata nel 1940, arrivò ad inglobare altri edifici vicini, una campo da tennis, la sede del corpo di guardia e un ampio giardino. La proprietà si estendeva fino all'attuale via I. Nievo, nell'area della stazione dei bus. La facciata dell'edificio presentava due corpi principali uniti da un patio ad archi. Mentre i bagnanti ammiravano l'idrovolante del duce e la nave Aurora ormeggiati sul tratto di mare davanti alla villa, i reportage dell'epoca rilanciavano le immagini fiere e spensierate della famiglia Mussolini in vacanza. Presso la villa furono ospitati numerosi personaggi illustri, politici, ricchi borghesi, nobili e celebrità. Nel dopoguerra il complesso residenziale venne disgregato e fu ripristinato il tratto dell'attuale viale Milano che corre lungo la facciata posteriore. Ristrutturata nel 2005, oggi la villa, di proprietà comunale, è sede di eventi culturali e mostre.

 

Uno spazio di Villa Mussolini accoglie il Centro di documentazione per la candidatura all’Unesco della spiaggia di Riccione come patrimonio culturale immateriale dell’Umanità, diventando il luogo fisico dove studiare, raccogliere le testimonianze e mettere a disposizione della comunità questo sapere. La proposta della candidatura rientra in un progetto di valorizzazione della spiaggia e dei suoi usi sociali, iniziato nel 2018 con la costituzione del Comitato Identità di spiaggia Riccione, rappresentato dalle imprese balneari aderenti a tutte le Cooperative o associazioni che gestiscono la spiaggia di Riccione, Cooperativa Bagnini Riccione, Cooperativa Bagnini Adriatica, CNA, Confcommercio e Confartigianato. Il progetto per la candidatura all’Unesco è realizzato grazie alla collaborazione con il Centro studi avanzati sul turismo (CAST) dell’Università di Bologna.

Ulteriori informazioni alla pagina dedicata del sito web Identità di spiaggia

 

Villa Mussolini

Via Milano 31

tel. 0541 601457

 

Visualizza sulla mappa

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Contattaci

iat@comune.riccione.rn.it

0541 426050

 

Wifi a Riccione

 

Iscrizione gratuita alla newsletter eventi (La newsletter contiene gli eventi turistici del Comune di Riccione e viene spedita nel rispetto dell'art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla tutela dei dati personali. L'indirizzo  dichiarato sarà trattato esclusivamente per l'invio della newsletter, come richiesto dall'utente, quindi non sarà ceduto o segnalato ad altri soggetti).

Cookie policy e privacy policy

Copyright © 2021 Comune di Riccione
Sito web creato con ericsoft