15 luglio 2016

Ore 21

Cultura

Piazzale Ceccarini

Incontro con gli autori - Marco Pastonesi e Claudio Gregori

Presentazione dei libri I diavoli di Bartali (Ediciclo Editore) Merckx, il figlio del tuono (66th and 2nd Editore)

 

Una carrellata di ricordi, aneddoti e fatti raccontati dai due cronisti del ‘La Gazzetta dello Sport’ accompagnati dalla chitarra ed armonica del musicista, blogger e giornalista sportivo Guido Foddis, che suona pedalando sulla mitica ‘Graziella’ illuminandola con la forza cinetica sprigionata dai pedali.

 

Marco Pastonesi, ha scritto per vent’anni per la “Gazzetta dello Sport”. Si divide tra due passioni: il rugby e il ciclismo. Su quest’ultimo argomento con Ediciclo ha pubblicato: Gli angeli di Coppi. Il Campionissimo visto da chi ci correva insieme, contro ma soprattutto dietro (1999), Il diario del gregario ovvero Scarponi, Noè e Bruseghin al Giro d’Italia (2004), La corsa più pazza del mondo. Storie di ciclismo in Burkina Faso e in Mali (2007), Legnano. Biciclette, campioni, vittorie (2015, con Claudio Gregori) ha curato le biografie fotografiche su Costante Girardengo (2005) e Biagio Cavanna (2006); nel 2011 ha curato, con Fernanda Pessolano, Attenzione ciclisti in giro, vincitore del Premio Coni; nel 2014 ha affiancato Alfredo Martini nella scrittura dell’autobiografia La vita è una ruota. Storia resistente di un grande italiano. Tra le sue ultime pubblicazioni Pantani era un Dio (2014, 66thand2nd) e Diavolo di un corridore. Corse, battaglie e miracoli di Renzo Zanazzi (2015, Italica Edizioni).

A Parole tra noi presenta l’ultimo lavoro: ‘I diavoli di Bartali’ in cui si racconta Ginettaccio attraversi i ricordi di chi gli correva insieme, accanto e, soprattutto, dietro.

 

Claudio Gregori, trentino, da oltre trent’anni lavora per la Gazzetta dello Sport, prima con ‘Il Giornale’ di Montanelli, ‘Il Tempo’ e ‘Il Messaggero’. Ha seguito 12 Olimpiadi, 30 Giri d’Italia e 3 Tour, e poi mondiali di calcio, nuoto, ciclismo, sci, atletica, scherma e ginnastica.

Numerosi i suoi contributi come ricercatore e ‘archeologo’ dello sport: dagli studi sulla lingua di Brera alla soluzione dell’enigma di Rivabella (unico italiano ai primi Giochi dell’era moderna), fino alla scoperta della più antica gara di velocipedi in Italia. Per la Treccani ha scritto la voce «Storia del ciclismo» e gli inserti sul doping e sul cronometraggio. Sue le biografie dei ciclisti Toni Bevilacqua, Ganna, Cuniolo, dell’olimpionico Berruti, del re del tunnel Omar Sívori, oltre al recente Legnano (Ediciclo, 2015) in coppia con Marco Pastonesi.

Durante la serata Gregori presenta il suo libro ‘Merckx, il figlio del tuono’ dove ripercorre le imprese del ciclista belga ritraendolo come un cavaliere impavido, a caccia di tesori favolosi, in una nuova chanson de geste. Nella sua opera restituisce agli amanti di ciclismo l’epica e l’incanto delle gare, la giostra dei distacchi, gli inseguimenti spericolati, le crisi di fame, il talento e il gusto dell’avventura e della prodezza che lo hanno contraddistinto. 

 

Informazioni: Giuseppe Dario Onorato cell. 338 8857767, Ufficio Informazioni Turistiche tel. 0541 426050

 

A cura: Associazione Onlus Medico Chirurgica F. Gnazzi, Comune di Riccione

 

Scarica la locandina

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2016 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2 (Italia)
Creazione sito web ericsoft