23 giugno 2016

Ore 21.30

ingresso libero

Cultura

Piazzale Ceccarini, 11

Nera che porta via

 

Conferenza-spettacolo su delitti, letteratura e morbosità.

 

Ad aprire le serate del festival è proprio uno spettacolo a metà strada tra intrattenimento e cronaca, prodotto da DIG e Riccione Teatro, e messo in scena in prima assoluta al DIG Festival. Giovedì 23 giugno, in piazzale Ceccarini, i Maniaci d’Amore e Carlo Lucarelli sono i protagonisti di Nera che porta viaconferenza-spettacolo su delitti, letteratura e morbosità (ore 21.30, ingresso libero). Dove c’è un morto c’è una storia, come sa bene la letteratura che, da Fëdor Dostoevskij a Émile Zola a Truman Capote, ha attinto a piene mani dalla cronaca nera. Ma ci sono tanti modi di raccontare un crimine: alcuni vanno nel profondo, verso le ragioni delle vite interrotte, altri restano nella superficie dei corpi violati.

 

Maniaci d’Amore, coppia di attori e drammaturghi di talento formata da Luciana Maniaci e Francesco d’Amore, portano in scena fatti di sangue poco noti e relazioni sul filo della follia. Insieme a loro, in scena, Carlo Lucarelli, grande narratore della meta oscura dell’animo umano, ci guida nel cuore della nostra passione “troppo umana” per il male. (Lo spettacolo è realizzato nell’ambito di un accordo di programma con la Regione Emilia-Romagna sostenuto dalla L.R. 24/2003).

 

Informazioni: DIG Documentari Inchieste Giornalismi tel. 0541 691640

 

A cura: DIG - Documentari, Incheste, Giornalismi

 

Comunicato stampa "Gli eventi del Dig si colorano di nero"

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2016 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2 (Italia)
Creazione sito web ericsoft