19 dicembre 2015 - 24 gennaio 2016

Da giovedì a domenica dalle 16 alle 19, chiuso il 25 dicembre e l'1 gennaio

Ingresso libero

Cultura

Villa Mussolini via Milano 31, Villa Franceschi via Gorizia 2

Messaggi - Esposizione delle opere di Giovanni Lombardini

 “Dipingere più con gli occhi che con le mani”

Le parole di Giovanni Lombardini “Dipingere più con gli occhi che con le mani” illustrano la sua pittura fatta di colore-campitura e spazio-luce, dove il colore percorre un tragitto guidato che si manifesta in esplosioni e scie, nervature, forme ben scandite. Il colore svela la materia, i rimbalzi di luce la definiscono.

 

L'artista invita lo spettatore a partecipare alla comunicazione suggerita dalle sue opere, con un linguaggio che diventa comune solo nel momento in cui si entra a far parte dell'opera. Il colore è energia pura, rifrange la luce come uno specchio, cattura l'osservatore che  riceve i "Messaggi" dell'autore.

 

... La mostra comprende i cicli che partono da Géode (1990) ispirato originariamente ai cristalli contenuti nella cavità delle rocce, ma che oggi riluce come sacche amniotiche d’oro dai riflessi segreti, per proseguire con Brine del 2000, e attraversando Scie, Specchio sonoro, Rime, Pietre preziose, giunge alla poderosa serie di Inventari (2009) e infine approda alle opere recenti di Messaggi. La mostra, curata da Annamaria Bernucci è accompagnata da un catalogo curato graficamente da Gianni Donati con testi critici di Annamaria Bernucci e Sara Bastianini. ...

 

Alcune delle principali mostre recenti dell'artista:

METAMORPHOSIS, Barbara Behan Gallery, Londra - A VIEW OF ITALIAN CONTEMPORARY ART, Gallery 705, Strondsbourg, Pensilvenia, USA - INVENTARIA, PoliArt Contemporary, Milano - VISUALE TATTILE, Galleria Zaion, Biella - MATCH POINT, Galleria PaciArte, Brescia - 99>11 VERSO IL COLORE, Museo della Città, Rimini, a cura di Leonardo Conti - GIOVANNI LOMBARDINI, Studio Maab, Padova -COSÌ MI VEDO, PoliArt Contemporary, Milano - COSÌ TI VEDI, PoliArt Contemporary, Rovereto, presso Opificio delle Idee - INSORGENZE, Galleria Bonioni Arte, Reggio Emilia - DOPPIO PANICO-AUTORITRATTO, Oratorio San Sebastiano, Forlì - IMPULSI, Southwest Minnesota State University Art Museum, Marshall _ ART LOFT, K35 -Art Gallery, Mosca - PITTI IMMAGINE, Fortezza da Basso, Firenze

 

 

Inaugurazione sabato 19 dicembre alle ore 17 a Villa Mussolini - Per l'occasione, il ristorante NONA di Riccione offrirà un aperitivo a tutti gli intervenuti.

 

Orari di apertura:

La mostra è allestita nelle sale di Villa Mussolini (via Milano 31)  e di Villa Franceschi (via Gorizia 2).

Aperta dal giovedì alla domenica dalle 16 alle 19. Chiusa il 25 dicembre e l'1 gennaio.
 

Informazioni:

Galleria d'arte contemporanea Villa Franceschi via Gorizia 2, tel. 0541 693534

 

Sito web Musei Comunali di Riccione

 

Sito web Istituzione Riccione per la Cultura

 

E mail musei di Riccione

 

A cura: Istituzione Riccione per la Cultura, Musei di Riccione 

 

Scarica la cartolina della mostra

 

Scarica il comunicato stampa

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2016 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2 (Italia)
Creazione sito web ericsoft