22 gennaio 2017 - 12 febbraio 2017

Ore 15 e ore 17

Cultura

Spazio Tondelli e Centro della Pesa

La memoria (R)innovata. Il futuro dell’antico

Rassegna di incontri sull’archeologia, terza edizione.

Che importanza ha il patrimonio culturale nella società del futuro? A questo quesito si ispira la terza edizione del ciclo di conferenze promosse dal Museo del Territorio di Riccione: gli incontri in programma faranno il punto sulla riscoperta da parte del grande pubblico del ricchissimo Patrimonio storico italiano. Numeri da record stanno premiando nuove iniziative ministeriali e innovativi progetti di valorizzazione, che considerano la cultura nella sua qualità di protagonista della crescita turistica ed economica oltre che intellettuale. Questo rinnovamento rappresenta l’inizio di un percorso che deve elevare l’Italia, museo diffuso, a meta prediletta e irrinunciabile per i turisti internazionali come ai tempi del Grand Tour. Ne parleremo con archeologi e direttori di alcuni dei musei e siti più importanti del nostro Paese, con i quali cercheremo la via dell’avvenire in un tempo spesso esausto perché fondato sull’oblio.

 

 

“L'antichità non ci è data in consegna di per sé, non è lì a portata di mano;

al contrario, tocca proprio a noi saperla evocare” (Novalis)

 

Programma

 

22 gennaio ore 15 - Spazio Tondelli 

Christian Greco - 1824-2015: Museo Egizio Nuove connessioni e contestualizzazione archeologica

 

29 gennaio ore 17 - Centro della Pesa

Mauro Felicori Beni culturali e sviluppo territoriale nell’esperienza della Reggia di Caserta

 

5 febbraio ore 17 - Centro della Pesa

Antonio Gottarelli La realizzazione dell’area d’interesse storico naturalistico del complesso archeologico di Monte Bibele

 

12 febbraio ore 17 - Centro della Pesa

Gianfranco Zidda - L’ area megalitica di Saint Martin de Corleans

 

 

Informazioni: Istituzione Riccione per la Cultura - Servizio Musei e Archivi Storici  tel. 0541 600113, e-mail, sito web

 

A cura: Istituzione Riccione per la Cultura

 

Scarica la locandina

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Copyright © 2017 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft