14 febbraio 2017 - 15 febbraio 2017

Ore 19 e ore 21

Ingresso 10 Euro, ridotto 8 Euro (ingresso ridotto iscritti newsletter Riccione per la Cultura)

Cultura

Cinepalace via Virgilio

La Grande Arte al cinema. Io, Claude Monet

La Grande Arte torna al cinema e propone un ricco cartellone, esplorando non solo l'arte rinascimentale e la pittura dell'Ottocento, ma aprendosi anche ai grandi performer contemporanei. 

 

Un viaggio intimo nella vita dell’artista impressionista più amato e nei luoghi che lo hanno ispirato, attraverso decine di opere riprese in alta definizione e le lettere agli amici più cari.

 

Euforia creativa e depressione, ossessione per le ninfee e ricerca continua della bellezza.

 

Tremila lettere di Claude Monet. È a partire da questo immenso patrimonio che si snoda Io, Claude Monet, il nuovo docu-film di Phil Grabsky.

 

Proprio a partire dagli scritti di Monet (Parigi, 1840 – Giverny, 1926), accostati alle straordinarie opere conservate nei più importanti musei del mondo, il film rivela la tumultuosa vita interiore del pittore di Giverny, tra momenti di intensa depressione e giorni di assoluta euforia creativa, offrendone così un ritratto complesso e commuovente. Attraverso più di cento dipinti filmati in alta definizione lo spettatore potrà conoscere la vita emotiva e creativa del pittore che con il suo Impression. Soleil levant, esposto nell’aprile del 1874 nello studio del fotografo Nadar, fece parlare il critico Louis Leroy della prima "esposizione degli impressionisti", dando involontariamente vita al termine che avrebbe segnato buona parte della storia dell’arte europea di fine Ottocento (leggi tutto nel comunicato stampa).

 

La serata sarà accompagnata dal buffet offerto da Bio's Kitchen e TerraeSole

 

Sito web Giometti Cinema

 

Sito web Cultura Riccione

 

Info: Giometti Cinema tel. 0541 605176, Ufficio Cultura tel. 0541 608369, IAT tel. 0541 426050

 

A cura: Giometti Cinema, Istituzione Riccione per la Cultura

 

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2017 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft