24 febbraio 2017

Ore 21

Ingresso 15 euro. Biglietteria presso il luogo dell’evento nel giorno dello spettacolo dalle 18

Cultura

Spazio Tondelli, via Don Minzoni 1

La Bella Stagione 2016/2017.

Anna Foglietta in La pazza della porta accanto

Alessandro Gassmann dirige l'attrice nell’atto unico di Claudio Fava che racconta la vita e la poesia di Alda Merini.

 

Lo spettacolo vuol essere un omaggio a questa donna straordinaria e alla sua parabola artistica e umana e una potente denuncia delle violenze subite da chi, come lei, ha conosciuto l’inferno del manicomio prima della riforma Basaglia del 1978.

 

Lo spettacolo ripercorre la storia d’amore tra Alda Merini, donna complessa dal carattere malinconico, e un giovane ricoverato come lei in un ospedale psichiatrico. A dare voce e volto alla "poetessa dei navigli" e ai suoi versi emozionanti è Anna Foglietta che, spalleggiata da un affiatato gruppo di attori, si cala nei panni della giovane in profondo conflitto con un mondo che non la comprende.

 

La drammaturgia sonda in modo commovente gli abissi della sua mente, il suo rapporto con i compagni di degenza, la nostalgia per la famiglia e le figlie, rivela il suo senso profondo della maternità, la sua fede religiosa, la capacità di resistere alla cattività forzata del manicomio, l’aspirazione profonda alla libertà del corpo e della mente.

 

Con Anna Foglietta

e con Angelo Tosto, Alessandra Costanzo, Sabrina Knaflitz, Liborio Natali, Olga Rossi, Cecilia Di Giuli, Stefania Ugomari Di Blas, Giorgia Boscarino, Gaia Lo Vecchio.

 

  • Spazio scenico di Alessandro Gassmann con la collaborazione di Alessandro Chiti

  • costumi di Mariano Tufano

  • musiche originali di Pivio e Aldo De Scalzi

  • disegno luci di Marco Palmieri

Una produzione Teatro Stabile di Catania, Teatro Stabile dell’Umbria.

 

Informazioni e prenotazioni: tel. 320 0168171 (lunedì-venerdì, ore 10-13)

E mail

 

Sito web La Bella Stagione

 

Sito web Riccione per la Cultura

 

A cura:  Riccione Teatro, Istituzione Riccione per la Cultura e ATER - Associazione Teatrale Emilia Romagna

 

Scarica il manifesto

 

Scarica il flyer

 

Scarica il comunicato stampa

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Copyright © 2017 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft