Eventi

14 maggio 2016

Ore 17

Cultura

Palazzo del Turismo piazzale Ceccarini 11

Io sono la tigre. Vita illustrata di Antonio Ligabue - Presentazione del libro di Laura Oppioli Berilli e Roberto De Grandis

È la storia della vita straordinaria di un uomo, che cercava la pace e la serenità dell’ordinario e lo racconta con la sua arte piena di umanità.

 

È il racconto agile e suggestivo di un grande artista la cui poesia è vicina anche all’animo e al cuore dei più piccoli. Un mondo in cui fantasia e realtà si fondono in un'esplosione di colori: animali domestici e selvaggi, paesaggi familiari o esotici, personaggi della vita quotidiana.

 

Con l'intervento del Dott. Mario A. Fiori (Direttore del Centro Studi e Archivi A. Ligabue di Parma) e degli autori.

Per l'occasione, Pasquale D'Alessio leggerà alcuni brani tratti dal libro.

 

Ligabue considerato un "matto", un diverso, fisicamente imbarazzante, psicologicamente inquietante, vittima di violenza affettive, uno spaesato, uno sradicato dai luoghi dove svolse la sua esperienza adolescenziale, nonostante spesso nei suoi dipinti questi luoghi appaiano all’orizzonte, in una sintesi spazio temporale, che diventa realtà e desiderio. Un uomo, Ligabue, con le radici troncate, figlio di emigrati italiani in Svizzera rimpatriato in Italia nel 1919, che sapeva riprodurre fieramente le storie emotive degli uomini anche attraverso la tragica bellezza degli animali. Uomo del suo tempo e contemporaneamente uomo di un suo tempo, in grado di effettuare una minuziosa trasposizione dei propri stati d’animo reinterpretando gli animali osservati allo zoo, nei circhi, nei musei di storia naturale o sulle figurine, mai in modo naturalistico o idealizzato, ma filtrati dallo stato della sua solitudine. Ligabue, affrontando le scene "selvagge” o “domestiche”, trasmette quella meraviglia tragica e viva insita nelle forme in tensione degli animali e nei colori brillanti e “belli” come la vita stessa.

La sua fu una storia di un bambino e di un uomo solo e molto triste, fatta di sofferenze fisiche e psicologiche, ma anche di altissime poesie sulla vita raccontate coi colori e con la creta.

 

Laura Oppioli Berilli: insegnante, narratrice, scrittrice per l’infanzia si occupa di educazione e sensibilizzazione alla lettura. Collabora con scuole, biblioteche, librerie e conduce corsi di formazione rivolti a genitori, educatori e insegnanti. Vive e lavora a Riccione dove insegna nelle scuole comunali d’infanzia.

 

Roberto De Grandis: illustratore, pittore, incisore, grafico, scenografo e operatore museale. Ha curato immagini per Allemandi, Current Biology Usa, La Nuova Italia, Skira. Vive e lavora a Riccione.

 

Insieme hanno pubblicato alcuni libri fra cui “La luna nel palazzo. Breve racconto della vita di Giacomo Leopardi bambino” (Fulmino Edizioni 2014), vincitore del primo premio sezione bambini e ragazzi al concorso Microeditoria di qualità 2014.

 

Informazioni: Galleria d'arte Villa Franceschi, tel. 0541 693534

 

Sito web

 

A cura: Associazione culturale Ludoteca delle parole, Comune di Riccione

 

Scarica la locandina

 

Scarica il comunicato stampa

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2016 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2 (Italia)