10 febbraio 2018

Ore 21

Cultura

Chiesa San Lorenzo in strada, via San Lorenzo 14

Giorno del Ricordo 2018

Riccione celebra il Giorno del Ricordo in memoria delle vittime delle Foibe e degli esuli istriano-dalmati.

Il 10 febbraio è la giornata in cui si celebra il Giorno del Ricordo, un evento in cui si commemora l’esodo di migliaia di italiani dall’Istria, dalla Dalmazia e dalla Venezia Giulia alla fine della Seconda Guerra Mondiale e nel secondo dopoguerra e le migliaia di persone uccise e gettate nelle Foibe durante la complessa vicenda del confine orientale. 

 

La città ricorda le vittime delle Foibe con Terre di canto, uno spettacolo di Ensemble Amarcanto, con la partecipazione del poeta Davide Rondoni che cura la selezione dei testi e della giovane attrice riccionese Laura Palmeri (voce recitante). Il concerto celebra e valorizza le voci del passato e ripresenta, in tutta la loro ricchezza, le tradizioni musicali di popoli diversi.

 

In questa giornata, a settant'anni dall'esodo giuliano-dalmata che ha diviso tragicamente le due sponde dell’Adriatrico, il nuovo spettacolo di Ensemble Amarcanto, fatto di parole, musiche e canzoni, disegna percorsi che ci permettono di fare memoria di storie che appartengono a tutti.

 

 

10 febbraio, ore 21

TERRE DI CANTO

Amarcanto

Laura Palmeri

Davide Rondoni

Chiesa San Lorenzo in strada, via San Lorenzo 14

ingresso libero

 

 

In occasione del Giorno del Ricordo, la Biblioteca comunale di Riccione propone in lettura una scelta di libri, tutti disponibili per il prestito, che trattano sotto diverse angolature e punti di vista – storico, letterario, autobiografico – la tragedia delle foibe e il dramma dell’esodo dalle loro terre di 350 mila Istriani, Fiumani e Dalmati nell’immediato Dopoguerra.

 

Questi i titoli proposti: 

 

G. Valdevit, Foibe. Il peso del passato. Venezia Giulia 1943-1945, Marsilio, 1997

Diego ZandelI, Testimoni muti: le foibe, l’esodo, i pregiudizi, Mursia; 2011

Gianni Oliva, Foibe: le stragi negate degli italiani della Venezia Giulia e dell’Istria, Mondadori, 2002

Guido Crainz, Il dolore e l’esilio: l’Istria e le memorie divise d’Europa, Donzelli, 2005

A. Petacco, L’esodo: la tragedia negata degli italiani d’Istria, Dalmazia e Venezia Giulia, Mondadori, 1999

Bogdan C. Novak, Trieste 1941-1954: la lotta politica, etnica e ideologica, Mursia, 1970

B. Benussi, L’Istria nei suoi due millenni di storia, Marsilio, 1997

Angelo Vivante, Irredentismo adriatico, Parenti, 1954

G. Scotti e L. Giuricin, Rossa una stella, Unione degli italiani dell’Istria e di Fiume, 1975

Nelida Milani, Una valigia di cartone, Sellerio, 1991

Stefano Zecchio, Quando ci batteva forte il cuore, Mondadori, 2010.

Liliana Martissa Mengoli, La bella borghesia, EdiHouse, 2014

 

 

A cura: Comune di Riccione

 

Scarica la locandina

 

Scarica il comunicato stampa Giorno della Memoria e Giorno del Ricordo

 

Scarica il comunicato stampa Giorno del Ricordo

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Contattaci

iat@comune.riccione.rn.it

0541 426050

 

Wifi a Riccione

 

Iscrizione gratuita alla newsletter eventi (La newsletter contiene gli eventi turistici del Comune di Riccione e viene spedita nel rispetto dell'art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla tutela dei dati personali. L'indirizzo  dichiarato sarà trattato esclusivamente per l'invio della newsletter, come richiesto dall'utente, quindi non sarà ceduto o segnalato ad altri soggetti).

Cookie policy e privacy policy

Copyright © 2019 Comune di Riccione
Sito web creato con ericsoft