23 giugno 2017 - 25 giugno 2017

Cultura

Palazzo del Turismo, piazzale Ceccarini

DIG 2017 – Documentari, Inchieste, Giornalismi

Incontri con ospiti internazionali, workshop, proiezioni, mostre e l’assegnazione dei prestigiosi DIG Awards, i premi internazionali del video-giornalismo d’inchiesta.

 

Tornano i DIG Awards, premi internazionali dedicati al giornalismo d’inchiesta video che saranno assegnati a Riccione durante il prossimo DIG Festival, in programma dal 23 al 25 giugno 2017 al Palazzo del Turismo.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione DIG, continua a sostenere attivamente il giornalismo investigativo, mettendo in contatto reporter di ogni nazionalità con i più importanti operatori del settore.

Come già accaduto nel 2016, dedica inoltre particolare attenzione alle forme più innovative di giornalismo investigativo: dalle inchieste digitali alle esperienze più interessanti di “hacking journalism”, capaci di portare alla luce notizie e scandali di portata internazionale attraverso sofisticati strumenti informatici.

 

Il presidente di giuria dei DIG Awards sarà Jeremy Scahill, reporter che fa del giornalismo investigativo uno strumento di salvaguardia democratica.

 

Con Scahill entrano in giuria Pino Corrias, vicedirettore editoriale dell’offerta informativa Rai, Maggie O’Kane, reporter del Guardian già premiata come miglior giornalista europea, e Morten Møller Warmedal, caporedattore della sezione documentari di NRK, emittente norvegese con cui si è aggiudicato un Prix Italia nel 2014 e un Prix Europa nel 2015.

I nuovi giurati si aggiungono ad altri nove grandi professionisti del settore: Alexandre Brachet, fondatore della casa di produzione francese Upian; Riccardo Chiattelli, direttore di laeffe; Corrado Formigli, autore e presentatore di Piazza pulita (La7); John Goetz, fondatore del team investigativo congiunto di NDR e Süddeutsche Zeitung; Nils Hanson, giornalista di punta della tv svedese SVT; Marco Nassivera, direttore dell’informazione per l’emittente franco-tedesca arte; Alberto Nerazzini, giornalista freelance già a Report e Anno Zero; Andrea Scrosati, vice president programming di Sky Italia; Margo Smit, giornalista e dirigente della tv olandese NOS.

Nel lavoro di selezione, i tredici giurati saranno affiancati da un comitato composto da Dario Barone, Danilo Chirico, Emanuele Piano e, in rappresentanza di DIG, Davide Fonda, Sara Paci e Matteo Scanni.

 

Sono sei le categorie di concorso. La sezione DIG Pitch è  riservata ai progetti d’inchiesta video, ancora in fase di sviluppo o pre-produzione, dedicati a temi di particolare rilevanza economica, politica e sociale. Le altre cinque categorie di concorso riguardano opere video-giornalistiche già realizzate.

 

 

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DIG 2017

 

TALK, DOCUMENTARI, PRIME VISIONI E SPETTACOLI

 

Piazzale Ceccarini (ore 19.00) sarà anche quest’anno il teatro all’aperto dei numerosi talk del DIG Festival. Primo appuntamento, venerdì 23 con Credito esaurito. Le banche italiane: un sistema da sistemare, in collaborazione con Banca Etica. Sul palco, l’esperto di riciclaggio e paradisi fiscali Gian Gaetano Bellavia e i giornalisti di Repubblica Andrea Greco e Franco Vanni, autori del libro Banche impopolari.

 

Sabato 24 spazio a Oltreconfine, il primo live-show che porta la politica estera sul palco con una puntata speciale alla scoperta degli aspetti più improbabili dei leader autoritari, da Duterte a Putin, da Trump a Kim Jong-Un. In collaborazione con Pagina 99.

 

Domenica 25 è invece attesa la testimonianza esclusiva di Nicola Borzi, caposervizio del Sole 24 Ore, che con i suoi esposti agli organi di vigilanza e controllo ha denunciato le irregolarità nei conti e nei dati di diffusione del principale quotidiano economico-finanziario italiano. Lo affiancheranno sul palco Giuseppe Oddo (L’Espresso) e Giorgio Meletti (Il Fatto Quotidiano).

 

Da non perdere le proiezioni dei documentari e le straordinarie anteprime del Festival. Si parte venerdì alle 21.00 con Milano, Via Padova alla presenza degli autori Antonio Rezza e Flavia Mastrella che hanno condotto per mesi un’inchiesta sociale nel quartiere multietnico di Viale Padova, a Milano. Il risultato è una fotografia surreale e dolente, che ragiona sui luoghi comuni dell’integrazione e del razzismo con la delicatezza e le genialità che hanno da sempre caratterizzato l’opera dei due performers.

 

Lo scandalo delle molestie sessuali nella Chiesa cattolica è invece il tema di Dietro l’Altare, del messicano Jesus Garces Lambert, in programma alle 23.00 e presentato in collaborazione con Laeffe-tv. Coprodotto da alcuni dei più importanti network televisivi europei, il film documentario racconta il fallimento delle iniziative anti pedofilia predisposte da Papa Francesco e dai suoi predecessori. Protagonista dell’inchiesta, che sarà presente a Riccione, è lo storico inglese John Dickie, a cui spetta il compito di mettere in fila scandali vecchi e nuovi, dagli Stati Uniti alla Francia, dall’Italia all’Argentina, per dimostrare che l’emergenza è tutt’altro che terminata. A introdurre l’anteprima insieme a John Dickie, il giornalista de L’Espresso Emiliano Fittipaldi, autore del libro Lussuria. Peccati, scandali e tradimenti di una chiesa fatta di uomini.

 

Sabato 24 giugno alle ore 23 piazzale Ceccarini ospita per la prima volta in Italia la proiezione di uno dei più importanti film inchiesta degli ultimi anni. Prodotto dai grandi registi Wim Wenders e Errol Morris, e diretto da Sonia Kennebeck, National Bird, un lavoro che, attraverso la drammatica testimonianza di tre militari americani, racconta la guerra segreta con i droni degli USA.

 

Domenica 25 giugno l’evento di chiusura di DIG Festival sarà la performance di Daniele Timpano dedicata alla morte di Aldo Moro, politico italiano assassinato nel 1978. L’attore nato negli anni Settanta, che di quegli anni non ha alcun ricordo o memoria personale, partendo dalla vicenda del tragico sequestro del Presidente della Democrazia Cristiana, trauma epocale che ha segnato la storia della Repubblica italiana, si confronta con l’impatto che questo evento ha avuto nell’immaginario collettivo. Lo spettacolo di Daniele Timpano sarà accompagnato da un intervento di Ilaria Moroni, direttrice dell’Archivio Flamigni, uno dei più importanti centri di documentazione sul caso Moro e sugli anni del terrorismo.

 

 

A cura: Associazione DIG | Documentari Inchieste Giornalismi, in collaborazione con il Comune di Riccione e con il patrocinio dell’Ordine nazionale dei giornalisti e dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna.

 

Sito web DIG 2017

 

Scarica il comunicato stampa sulla presentazione del DIG 2017

 

Scarica il comunicato stampa sui protagonisti del DIG 2017

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Copyright © 2017 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft