25 settembre 2017 - 26 settembre 2017

Spettacolo unico ore 21.15

Ingresso Euro 5, abbonamento 3 film a scelta Euro 12

Cultura

Cinepalace, via Virgilio

Dal Giardino al Cinepalace. Le serate di settembre del Cinema d'Autore

Proseguono le serate del Cinema d'Autore al Cinepalace. 

Il Cinema d'Autore lascia il giardino della biblioteca e si sposta al Cinepalace. Ogni lunedì, martedì e mercoledì, fino alla fine di settembre, una selezione di film proposti dall'Istituzione dei Servizi Culturali del Comune di Riccione:


 

4 SETTEMBRE - EASY

Presentato in concorso al 70° Festival di Locarno, il film ruota attorno a Isidoro, detto appunto Easy: 35 anni, molti chili di troppo e una bella depressione. Vive con la madre e passa il tempo davanti alla Playstation. Giornate lente, immobili, spese ingozzandosi di psicofarmaci e meditando (più o meno convintamente) il suicidio. Poi, però, qualcosa cambia: il fratello gli chiede di riportare a casa lo sfortunato operaio Taras, morto per un incidente sul lavoro, trasportando la sua bara fino in Ucraina. Niente di complicato, sulla carta, ma Isidoro è Isidoro e un lungo viaggio attraverso i Carpazi può rivelarsi davvero insidioso. Soprattutto alla guida di un carro funebre!

 

5 SETTEMBRE - ON THE MILKY ROAD - Sulla Via Lattea 

Nastro d’Argento europeo a Monica Bellucci miglior attrice

Kusturica come regista e interprete insieme a Monica Bellucci. nella ex Jugoslavia, negli anni '90, impersona un lattaio che  ogni giorno, in groppa al suo asinello, rifornisce una caserma del fronte con il latte di una fattoria, schivando proiettili ed esplosione. Nella fattoria vive una ragazza che vorrebbe sposarlo e che, nel frattempo, sta organizzando il matrimonio per il fratello eroe di guerra. Per far ciò ha fatto arrivare una donna di origini italiane che ben presto attirerà l'attenzione del lattaio. Ha inizio così una storia di passione che deve confrontarsi con la follia del conflitto armato e con l’oscuro passato di questa misteriosa donna.

 

6 SETTEMBRE - FIGLI DELLA NOTTE

Esordio con lode per il nipote d'arte di Vittorio de Sica. Un film di suspence e tensione. L'esplorazione dei sentimenti di un ragazzo di 17 anni in un rigido collegio svizzero per formare rampolli dell'alta società. La sopportazione delle dure regole e delle vessazioni degli allievi più grandi diventa possibile con la complicità di un coetaneo con cui organizzare trasgressioni e fughe.

 

11 SETTEMBRE - PARLIAMO DELLE MIE DONNE

Film dalla doppia anima: il ritratto crepuscolare di un uomo che vuole mettere ordine nel caos della sua vita emotiva e insieme un omaggio al femminile, con un gruppo di straordinarie interpreti. Johnny Hallyday è il volto maschile giustissimo per il ruolo: segnato e maledetto quanto basta. Già celebre fotografo di guerra, Jacques Kaminsky ha sempre curato di più le sue Leica che le quattro figlie avute da altrettanti letti diversi. Ora, settantenne, si è ritirato in un favoloso chalet sulle Alpi assieme alla nuova compagna. Vi giunge in visita il suo migliore amico, il medico Frédéric, che per renderlo felice ha un'idea balzana: convocare sul luogo le quattro rampolle di Jacques raccontando loro una bugia macabra. Lo stratagemma produrrà esiti diversi da quelli sperati.

 

12 SETTEMBRE - SOGNARE E' VIVERE

Scritto, prodotto, diretto e interpretato da Natalie Portman, tratto dal romanzo autobiografico di Amos Oz, cresciuto a Gerusalemme negli anni precedenti alla nascita dello Stato di Israele con i suoi genitori: il padre studioso e intellettuale e la madre sognatrice e poetica.  Dopo la paura della guerra e della fuga, la noia della quotidianità opprime l’animo della madre, che, infelice della sua vita matrimoniale e intellettualmente soffocata, per rallegrare le sue giornate e divertire suo figlio di dieci anni, inventa storie di avventure e di viaggi nel deserto. Il bambino è completamente affascinato quando sua madre gli legge poesie, gli spiega le parole e la lingua in un modo che avrebbe poi influenzato la sua scrittura e la sua stessa vita. Quando l’indipendenza non porta il rinnovato senso della vita che aveva sperato, la donna scivola nella solitudine e nella depressione. Incapace di aiutarla, il figlio deve imparare a dirle addio prima del tempo. Mentre assiste alla nascita di una nazione, deve cominciare ad affrontare un suo personale nuovo inizio.

 

13 SETTEMBRE - UNA SETTIMANA E UN GIORNO

Candidato alla Caméra d’or a Cannes 2016 e vincitore di diversi Israeli Academy Awards, è un film delicato che affronta con uno stile tragicomico, scanzonato, divertente l’esperienza della perdita e l’elaborazione del lutto. Due coniugi israeliani che hanno perso un figlio affrontano il giorno dopo la settimana di rammemorazione in due modi completamente differenti. La madre si sforza di tornare alla normalità, rientrando alla scuola dove lavorava e svolgendo le principali faccende domestiche, sembra insensibile al dolore e lo stoico tentativo di continuare a vivere come prima non è altro che un maldestro e fallimentare tentativo di elaborare il terribile lutto. Tutt’altra strada è percorsa dal marito il quale, dopo un primo momento di apatico scoraggiamento, grazie alla spregiudicata e beffarda complicità del figlio degli odiati vicini, riscopre tanto la ricchezza dell’esistenza quanto la possibilità di ripartire su basi nuove, dove il dolore viene accompagnato alla possibilità, quantunque remota e difficile da accettare, di poter continuare a gioire. La solitudine e la rabbia del protagonista sono addolcite proprio dall’energia infantile e trasognata del bambino che riesce a incrinare il temperamento rude dell’uomo, dando vita ad una serie di gag capaci di strappare più di una risata.

 

18 E 19 SETTEMBRE - THE TEACHER

Un gioiellino di humor e satira con una  protagonista in stato di grazia. Una parabola tragica sul potere, venata di ironia con toni della narrazione leggeri e gradevoli. Ispirato a una storia vera il nuovo film del pluripremiato Jan Hrebejk – candidato all’Oscar per il miglior film straniero nel 2000 con Divided We Fall –rappresenta al meglio tutte le qualità che continuano a far grande il cinema dell’Europa centro-orientale, a cominciare dall’originalità di scrittura, dagli splendidi interpreti, dallo humour mai banale. Il primo giorno di scuola un’insegnante di  liceo di Bratislava, vestita con un abito a fiori e vezzose scarpette argentate, si rivela estremamente empatica verso i suoi allievi che, tuttavia, non comprendono perché lei voglia sapere tutto delle loro famiglie. Scopriremo subito che lei usa il suo potere per poter approfittare della sua posizione.

 

25 E 26 SETTEMBRE - UN PROFILO PER DUE

L'amore nell'epoca dei social network: è lo spunto della commedia francese con l’icona del cinema d’oltralpe Pierre Richard. Il film racconta le vicende di Pierre (Pierre Richard), anziano vedovo senza più stimoli che scopre un mondo nuovo e pieno di risorse navigando in rete. Presto instaurerà un gioco di seduzione a distanza con una bella e giovane donna, Flora (Fanny Valette), conosciuta su un sito di incontri. Avendo mentito sulla sua età, Pierre convincerà Alex (Yaniss Lespert), il suo timido insegnante di informatica trentenne, a incontrare la ragazza al suo posto… Mi sembrava una grande opportunità fare incontrare un anziano signore e un giovane uomo davanti a un computer. Poi ho sviluppato la storia. L’anziano signore seduce virtualmente una giovane donna e se ne innamora follemente.

 

 

Spettacolo unico ore 21.15 - Ingresso Euro 5, abbonamento 3 film a scelta Euro 12.

 

Informazioni: Istituzione Riccione per la cultura tel. 0541 608369, IAT Informazioni e accoglienza turistica tel. 0541-426050

 

Sito web Riccione per la Cultura

 

A cura: Istituzione Riccione per la Cultura, Giometti Cinema

 

Scarica la locandina con gli appuntamenti dal 18 al 26 settembre

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2017 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft