02 novembre 2015 - 01 dicembre 2015

Lunedì ore 21, martedì ore 20.30 (ad eccezione di martedì 10 novembre ore 21)

Ingresso 5 Euro, abbonamento 6 film 21 Euro

Cultura

Cinepalace Riccione viale Virgilio 19

CINEMA D'AUTORE:

NOVEMBRE 2015

Continua la rassegna del Cinema d'Autore al Cinepalace di Riccione


PROGRAMMA


Lunedì 2 novembre ore 21
ANTEPRIMA NAZIONALE presentazione di Andrea Morini cineteca di Bologna
MISS JULIE 

L’attrice e regista norvegese, storica compagna di Ingmar Bergmann, adatta per il grande schermo un classico del drammaturgo svedese August Strindberg e lo affida a una coppia di interpreti d’eccezione: Jessica Chastain e Colin Farrell. Lei è la nobile signorina Julie, tutta superbia e seduzione. Lui è John, il valletto del padre, un giovane ben educato ma rozzo. Siamo in una tenuta di campagna, nell’Irlanda del 1890, e una notte di mezza estate, tra festeggiamenti selvaggi e vincoli sociali allentati, li avvicina pericolosamente. Julie e John danzano, bevono e si provocano a vicenda, accomunati dall’attrazione e dal disprezzo che provano l’uno per l’altra; sullo sfondo, una feroce battaglia per il potere e il controllo. Incerti se il mattino porterà speranza o disperazione, i due trovano una via di fuga sublime e terribile.

Il biglietto dà diritto a un ingresso ridotto (8 euro) al film Firenze e gli Uffizi 3D/4K, in programma al Cinepalace dal 3 al 5 novembre.

Lunedì 9 novembre ore 21
Il paese dove gli alberi volano. Eugenio Barba e i giorni dell’Odin di Jacopo Quadri e Davide Barletti
Italia 2015, 87’
Anteprima in collaborazione con FICE Emilia-Romagna
Conversazione con Jacopo Quadri

Nella silenziosa provincia danese si preparano i festeggiamenti per i cinquant’anni dell’Odin Teatret, la compagnia teatrale di ricerca che, sotto la guida di Eugenio Barba, ha cambiato le coordinate dello spettacolo del secondo Novecento alimentando il proprio alfabeto attraverso le culture sceniche del mondo. Ed è dalle più diverse latitudini del pianeta – Kenya, Bali, Brasile, India, e anche Europa – che arrivano nella città di Holstebro squadre di bambini, ragazzi e artisti chiamati a dare energia con acrobazie, musiche e voci a un evento corale, sotto lo sguardo impetuoso del regista dai piedi scalzi e dai capelli bianchi. La preparazione di questa festa, che innesta ritmi tribali e classicità occidentali nella divertente ricerca di una lingua comune, invoca la possibilità del teatro di miscelare cielo e terra, tra falò rigenerativi e alberi che volano.


Martedì 10 novembre ore 21
Heart of Lightness di Jan Vardøen
con Laura Donnelly, Dominic Mafham, Sam Heughan, Jan Vardøen
Norvegia 2014, 109' (v.o. sott.)
Anteprima in collaborazione con la Cineteca di Bologna
Conversazione con Jan Vardøen

Una compagnia di attori britannici e un regista alcolista e narcolettico si mettono in viaggio verso le isole Lofoten, in Norvegia, per girare una versione cinematografica de La donna del mare di Henrik Ibsen. Il compito sembra facile, ma le giornate senza fine del Circolo polare artico giocano un brutto scherzo alla troupe. Le atmosfere irreali create dal sole di mezzanotte esasperano le tensioni esistenti tra gli attori, e condizionano le loro vite e la lavorazione del film. Attraverso una girandola di emozioni contrastanti, tra paesaggi mozzafiato e stralunati colpi di scena, Heart of Lightness dà nuova vita a un classico del teatro scandinavo, rivisitato con intelligenza e ironia.


Lunedì 16 novembre ore 21 e martedì 17 novembre ore 20.30
THE WOLFPACK di Crystal Moselle. Con Mukunda Angulo, Bhagavan Angulo, Jagadisa Angulo, 80 min. - USA 2015

Vincitore del Gran Premio della Giuria al Festival di Sundance la regista esordiente Crystal Moselle realizza un affascinante ritratto di una famiglia fuori dal comune. I sei fratelli Angulo hanno trascorso tutta la propria vita rinchiusi in un appartamento del Lower East Side di Manhattan, lontani dalla società civile. Soprannominati "i Wolfpack", sono straordinariamente brillanti, si sono formati studiando a casa, senza nessun conoscente al di fuori della famiglia e non sono praticamente mai usciti dal loro appartamento. Tutto ciò che conoscono del mondo esterno proviene dai film che guardano in maniera ossessiva e che rimettono in scena meticolosamente, utilizzando elaborate attrezzature sceniche e costumi fatti in casa. Per anni questo passatempo è stato per loro uno sfogo creativo e un modo per prevenire la solitudine: ma dopo la fuga di uno dei fratelli (indossando la maschera di Michael Myers per proteggersi), le dinamiche familiari sono cambiate, e tutti i ragazzi hanno cominciato a sognare di avventurarsi all’esterno.


Il film sarà commentato dalle dottoresse MICHELA TONTI e CLAUDIA PIGNATELLI della Società Psicanalitica Italiana. 
 


Lunedì 23 novembre ore 21 e martedì 24 novembre ore 20.30
WOMAN IN GOLD
di Simon Curtis Con Helen Mirren, Ryan Reynolds, 110'- USA, Gr.Br. 2015

Da una storia vera un film bello, interessante e delicato. La shoah ed il delirio nazista non si è concluso nei campi di sterminio, perché una volta normalizzatasi la situazione, il diritto di proprietà alle opere d’arte dei legittimi proprietari diventa un’eventualità; infatti i furti perpetrati dai nazisti negli anni 40 hanno disperso gran parte dei capolavori dell’arte tra i parenti dei ladri e le grandi gallerie d’arte tedesche ed austriache. E così il ritratto di Adeele Bloch Bauer, la zia di Maria Altman, di Gustav Klimt è conservato al museo Belvedere di Vienna. Maria, Hellen Mirren, vive negli Stati Uniti, non è mai tornata a Vienna, ma in occasione della morte della sorella decide di rivendicare il diritto alla restituzione del dipinto; e si affida ad un giovanissimo avvocato, Ryan Reynolds, per richiedere il diritto di proprietà al dipinto. E così il processo si sovrappone ai ricordi di Maria dell’inizio delle angherie dei nazisti viste da una ricca famiglia austriaca. Un film di riflessione e di grandissima godibilità che si avvale di due tra i migliori attori emergenti del cinema mondiale.


Lunedì 30 novembre ore 21 e martedì 1 dicembre ore 20.30
THE LOBSTER di Yorgos Lanthimos Con Colin Farrell, Rachel Weisz, Léa Seydoux, John C. Reilly (Grecia-Irlanda-GB-Francia-Olanda/2015) (118')

Premio della giuria a Cannes 2015, si racconta una Città del futuro in cui i single sono mandati in un Hotel dove hanno 45 giorni per trovare un partner. Se non riescono, sono trasformati in un animale a loro scelta. Un uomo fugge e, contro ogni regola, si innamora. Siamo al confine tra fantascienza, satira e commedia. "Non avrei mai fatto un film che fosse una cosa sola. Anche se è la mia opera più romantica, volevo che avesse uno sguardo cinico sulla realtà, per mostrare l'ironia e l'assurdità di cose che consideriamo normali" (Lanthimos). 

Aperitivo offerto da Bio's Kitchen prima di ogni proiezione

Informazioni: Ufficio Cultura tel. 0541 608369, ufficio IAT tel. 0541 426050


Sito web

 

A cura: Istituzione Riccione per la Cultura, Giometti Cinema, Cinepalace Riccione

 


Scarica la locandina

 

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2016 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2 (Italia)
Creazione sito web ericsoft