04 dicembre 2016 - 15 gennaio 2017

Turismo

Giardini L. Montanari

Christmas Wonderland

Il paese dei balocchi con mercatino, giochi, giostre e attrazioni a misura di bambino.

 

Nell'area dei Giardini Montanari, uno spazio tutto dedicato ai bambini e alle famiglie, dove i più piccoli troveranno un mondo incantato popolato da folletti, creature fantastiche e uno specialissimo Babbo Natale.

 

Per entrare nel Wonderland si dovrà passare attraverso un libro gigante e magico che racconta la storia della renna Rudolph, una renna speciale , un personaggio apparso per la prima volta nel 1939, che utilizza il suo naso rosso e luminoso per illuminare e rendere visibile il sentiero alle renne che trainano la slitta di Babbo Natale durante la consegna dei regali.

A guidare i bambini verso la Casetta Magica Avvera Sogni ci saranno le orme del gigante e Uxmak, uno zampognaro itinerante con pive e cornamuse scozzesi prodigiose. Il percorso sarà però ostacolato da folletti dispettosi che tenteranno di impedire ai bambini l’incontro con il personaggio più amato cercando di "catturarli" con un marshmallow gigante.

Il Babbo Natale che troveranno nella casetta sarà molto speciale perché, con i suoi oltre due metri di altezza, è il più alto d’Italia; tutti i bambini che si siederanno sul trono potranno consegnare la letterina a Babbo Natale e riceveranno in regalo una caricatura incantata disegnata dal loro beniamino (Babbo Natale aspetterà i bambini nel Christmas Wonderland tutte le domeniche e i festivi a partire dalle ore 14.30).

Ogni sabato e domenica truccabimbi (sabato dalle 15 alle 19 e domenica dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 19) dove i bambini, grazie all’aiuto dei folletti, potranno trasformarsi e creare una speciale lettera dei desideri da consegnare a Babbo Natale fatta di pop up e polvere di fata.

Folletti e truccabimbi che consentiranno a tutti i bambini di trasformarsi in piccole renne nel villaggio dedicato ai più piccoli anche nelle giornate del 24, 25 e 26 dicembre (dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18.30).

In questo magico paese dei balocchi ci si potrà inoltre divertire anche con la giostra dei cavalli, lo scivolo, il ponte tibetano, gli elastici e tante altre attrazioni aperte ogni pomeriggio, mentre la domenica e i festivi, tutto il giorno.

 

Venerdì 9 dicembre, dalle 15 alle 19, la renna Rudolph arriva a Christmas Wonderland accompagnata da un buffo folletto di Natale.

 

 

I laboratori di Christmas Wonderland

8 dicembre:

dalle 11 alle 12.30 Laboratorio La letterina per Babbo Natale

dalle 14.30 alle 18.30 (due turni con orario 15 - 16.30 e 16.45 - 18) Laboratorio il Biglietto d’auguri “pop-up”

 

10 dicembre:

dalle 11 alle 12.30 Laboratorio La letterina per Babbo Natale

 dalle 14.30 alle 18.30 (due turni con orario 15 - 16.30 e 16.45 - 18) Laboratorio Divento una renna come Rudolf. Costruzione delle corna da renna e portachiavi della slitta a forma di renna. 

 

17 dicembre:

dalle 11 alle 12.30 Laboratorio La letterina per Babbo Natale

dalle 14.30 alle 18.30 (due turni con orario 15 - 16.30 e 16.45 - 18) Laboratorio L’albero di Natale porta segreti. Scatola a forma di albero di Natale che contiene una pergamena con messaggio d’auguri.

 

6 gennaio:

dalle 11 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30 (due turni con orario 15 - 16.30 e 16.45 - 18) Laboratorio La befana ballerina e la sua scopa portafortuna. Realizzazione di una marionetta befana e di una scopetta portafortuna di carta: una regina gigante alta 5 metri  condurrà i bambini dalla Befana per realizzare le scope con il supporto degli aiutanti spazzacamini.

 

I laboratori sono gratuiti e per bambini a partire da 4 anni in poi. Per i più piccoli si consiglia la presenza di un genitore.

 

L’animazione e l’allestimento del Christmas Wonderland è a cura di Incantesimo Studio.

 

A cura: Comune di Riccione

 

Scarica il comunicato stampa

 

L'ingresso al Christmas Wonderland

 

Le attrazioni del Christmas Wonderland

 

Babbo Natale riceve le letterine dei bambini

 

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Copyright © 2017 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft