Villa Mussolini

L'edificio fu acquistato da Donna Rachele Mussolini nel 1934. In origine era composto da due piani e un torrino laterale a sud.

Ristrutturata nel 1940, arrivò ad inglobare altri edifici vicini, una campo da tennis, la sede del corpo di guardia e un ampio giardino. La proprietà si estendeva fino all'attuale via I. Nievo, nell'area della stazione dei bus. La facciata dell'edificio presentava due corpi principali uniti da un patio ad archi. Mentre i bagnanti ammiravano l'idrovolante del duce e la nave Aurora ormeggiati sul tratto di mare davanti alla villa, i reportage dell'epoca rilanciavano le immagini fiere e spensierate della famiglia Mussolini in vacanza. Presso la villa furono ospitati numerosi personaggi illustri, politici, ricchi borghesi, nobili e celebrità. Nel dopoguerra il complesso residenziale venne disgregato e fu ripristinato il tratto dell'attuale viale Milano che corre lungo la facciata posteriore. Ristrutturata nel 2005, oggi la villa, di proprietà comunale, è sede di eventi culturali e mostre.

Visualizza sulla mappa

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Rimani connesso con noi

Cambia lingua

Copyright © 2016 Comune di Riccione - Viale Vittorio Emanuele II, 2 (Italia)
Creazione sito web ericsoft